1/14

Il Marchio FUCHS ed il Comm.re Giovanni TAPPELLA

                                   

Giovanni Tappella costruisce biciclette a Milano già nel1914 ,terminata la prima guerra mondiale , nel 1919, Giovanni Tappella fonda la "Ditta Giovanni Tappella" con sede  a Milano in corso Genova n°3, ed inizia a produrre biciclette con marchio Fuchs (dal tedesco Volpe -il cui "ritratto" sovrasta un triangolo rosso in campo bianco nel classico disegno del marchio) 

Dopo circa 10 anni la sede è oramai diventata troppo piccola e per sostenere la produzione  Tappella si sposta in via Giambellino n° 96, mantenendo però lo storico  negozio in "Porta Genova" ed aprendo una filiale a Novara in via G.Ferrari n° 2, 

Nel 1931 viene acquisita ed incorporata nella azienda  la "Antica Fabbrica Italiana Selle Mercurio" e nel 1932 Giovanni Tappella aggiunge al marchio FUCHS il Marchio LEONIA (Reg.M. n° 46145) per produrre biciclette di gamma definite "popolari"  rispetto  le classiche Fuchs considerate come linea di alta gamma, nonché i marchi CICLI  GIOVIA e CICLES FORTH.

Le Officine FUCHS dispongono ora di 1500mq coperti e 2500mq scoperti con una produzione giornaliera media di 100 telai  (compresi tandem,bici pesanti da trasporto e furgoni a pedale), che prosegue anche e nonostante i difficili anni della seconda guerra mondiale durante i quali si producono biciclette "autarchiche" anche in legno . Nell'immediato dopo guerra,nel 1947, grazie a Giovanni Tappella la Fuchs è uno dei primi marchi che si riaffaccia ne modo del professionismo formando una squadra con sede in Svizzera nel quale si annoverano forti corridori come Pierre Brambilla  e  Hugo Koblet .

Negli anni 50 (1952)  inizia anche la produzione di moto  per le quali il Commendatore Tappella  utilizza il  marchio SCHNELLER FUCHS (la Volpe più veloce!)

La produzione  comprende cilindrate  da 50cc, 75cc e 125cc tra i quali i modelli Campagnola, Gazzella e Moscardino e nel 1954  presenta alla fiera di Milano una175cc Competizione. Nello stesso anno,il 1954 ,una svolta importante : G.Tappella si accorda con Fiorenzo Magni per la fornitura delle bici e del supporto  alla squadra corse che avrà come sponsor non tecnico il marchio Nivea nasce cosi la NIVEA-FUCHS, la particolare livrea bianca delle biciclette del team vedrà il simbolo della volpe nello scudo e tubo sella e la "famosa"  scritta oro schneller-fuchs appunto utilizzata sui motocicli. Le Fuchs da corsa negli anni che seguono avranno un ottimo successo commerciale  tra i ciclisti sia amatori che professionisti e nel 1963  ritornano   nel circuito Professionistico con la Squadra Corse SPRINGOIL-FUCHS ,questo grazie ad un accordo tra Giovanni Tappella ed Alceo Moretti. Nella  squadra con Capitano Gastone Nencini vi sono altri ciclisti già famosi e promettenti giovani come Ugo Colombo e Franco Bitossi che diventerà uno dei più "grandi" del ciclismo italiano .

 la Springoil-Fuchs sarà presente nel circuito per più di due anni, nel 1965 verrà acquisita dal nuovo sponsor  Filotex.

La Ditta Giovanni Tappella s.r.l. a fine anni 60 cambierà indirizzo prendendo quello della entrata della fabbrica di via Giambellino sita nella limitrofa via C. Dentato, in questa sede anni dopo terminerà la sua gloriosa avventura.

Riparte 50 anni dopo nel rispetto del passato  e con la stessa qualità di allora.

Cicli Fuchs Milano nel ciclismo professionistico

1946-1947 FUCHS "Helvetia Rad"

La Fuchs nel primo dopoguerra decide di correre con una squadra professionistica ed in particolare nel 1947 grazie a Giovanni Tappella si forma un team con sede in Svizzera nel quale si annoverano forti corridori come Pierre Brambilla , che nello stesso anno arriva secondo al Tour de France, e un giovane Hugo Koblet che poi diventerà uno dei piu forti e famosi ciclisti degli  anni 50. 

1954-1956  la "Nivea-Fuchs"

La Squadra Corse nasce nel 1954 grazie all’accordo di sponsorizzazione tra i fratelli Zimmermann allora rapresentanti del marchio Nivea e Fiorenzo Magni 

 la Nivea fu il primo sponsor della storia non legato al  mondo del ciclismo.

 A prendersi carico della completa fornitura delle biciclette e del supporto tecnico fu Giovanni Tappella con il propio marchio Fuchs .

Magni ottenne in questo modo le risorse economiche e tecniche necessarie per la prima stagione, ed in seguito rinnovate per le altre due stagioni.

Nei tre anni in cui il gruppo sportivo partecipò come squadra professionistica ottenne eclatanti risultati  tra quali  la vittoria del giro d’Italia nel 1955 dello stesso Fiorenzo Magni.

Una delle foto più iconiche del ciclismo "eroico" vede Fiorenzo Magni in sella ad una Fuchs mentre scala il San Luca !.

1963-1964/1965 La "Springoil-Fuchs"

La squadra corse nasce nel 1963 grazie ad Alceo Moretti e colui che diventerà capitano della squadra, Gastone Nencini.

La squadra si formò grazie ad uno sponsor la Springoil, il propietario Foghini concluse un accordo con lo stesso  Moretti per un contratto annuale, che fu poi rinnovato nel 1964 ,nel 1965 diventò Filotex.

Scelto il capitano Nencini, Moretti si accordò per la fornitura delle biciclette tramite Parodi  con la Ditta Tappella utilizzando il propio marchio  Fuchs.

Le biciclette furono costruite  presso l' officina Fuchs al Giambellino con la supervisione di Faliero Masi  che il primo anno divenne Direttore Sportivo del team. 

Si forma quindi la squadra con capitano Nencini allora di 33 anni ed altri giovani promettenti tra i quali la grande scoperta Franco Bitossi detto “cuore matto”, grazie al quale il team ottenne ottimi risultati e grande visibilità.

   bibliografia sportiva : 

    - Umbrerto Santandrea "appunti di storia Fuchs" (archivio eredi Tappella)

    - Magni il terzo uomo -RaiEri di  Auro Bulbarelli,

    - Quella volta che.. ed. GME di .G.Trapanese